in Bosnia a Sarajevo

Difronte alle notizie che arrivano dai paesi dell’ex Jugoslavia, ancor prima di essere riconosciuto come associazione, “il Cerchio della Vita” organizza una raccolta di generi sia alimentari sia di prima necessità per le popolazioni civili che vivono l’incubo della guerra. Nel settembre del 2003, in collaborazione con i militari dell’ONU viene organizzata la spedizione di quanto raccolto per effettuarne poi la consegna alla comunità di Sarajevo.